Atto notarile di Margret Minigin, cittadina di Merano

Merano, 23 gennaio 1325

Margareth Minigin e Heinrich Vend, prevosto di Merano, donano una messa quotidiana perpetua sull’altare della Croce nella chiesa parrocchiale di San Nicolò a Merano.

Soprattutto la bassa nobiltà, i borghesi e i contadini si facevano trascrivere in modo giuridicamente vincolante da un notaio pubblico le transazioni legali quali i testamenti, gli acquisti di case, le vendite di proprietà e così via, nei cosiddetti strumenti notarili. Mentre questi ultimi venivano inviati alle parti coinvolte, il notaio stendeva un’imbreviatura di ogni atto, ossia una versione abbreviata che aveva anch’essa valore probatorio pubblico. Le imbreviature erano di solito registrate in libri appositi e archiviate presso un ufficio comunale. Oggi sono fonti importanti sulla vita quotidiana nel Medioevo. Nell’archivio comunale di Merano si conservano 72 libri risalenti al Trecento e al Quattrocento.

Margareth Minigin compare per la prima volta nei documenti di Merano nel 1315 come vedova. Nei 30 anni seguenti apparve frequentemente negli acquisti di terreni e nel 1336 prestò giuramento feudale al sovrano come vassalla indipendente. A quanto pare fu una personalità importante a Merano: aveva grandi possedimenti e la sua casa, ancora anni dopo la sua morte, era un indirizzo noto a tutti. I suoi figli e nipoti sposarono borghesi meranesi, esponenti della bassa nobiltà e funzionari di corte. Gotschlin, burgravio di Merano nel 1334, sottolineava spesso nei documenti di essere «gener Miniginne» (genero di Minigin).

Letteratura

Julia HÖRMANN, Margarethe Minigin von Meran. Eine Bürgerin des 14. Jahrhunderts , in Klaus BRANDSTÄTTER/Julia HÖRMANN (a cura di), Tirol – Österreich – Italien. Festschrift für Josef Riedmann zum 65. Geburtstag (Schlern-Schriften 330), Innsbruck 2005, pp. 359-372, in part. p. 366.

Cölestin STAMPFER, Geschichte von Meran, der alten Hauptstadt des Landes Tirol, von der ältesten Zeit bis zur Gegenwart, Innsbruck 1889, p. 31s.

  • Materiale & Tecnica

    manoscritto su pergamena

  • Dimensioni

    70,8 cm x 17,7 cm

  • LMST Inv. n.

    LG 9

    Chiesa parrocchiale di San Nicolò, Merano, inv. n. 25