Lancia da cinghiale

Maso dello Scudo di Saltusio (Val Passiria), 1620

È un tipo di lancia corta utilizzata per l’appunto per la caccia al cinghiale. Una caratteristica dell’arma sono la lama e l’asta massiccia, la lunga gorbia e la guardia. Il cacciatore conficcava l’estremità dell’asta nel terreno dirigendo la punta verso il cinghiale all’attacco. L’arma doveva resistere all’assalto dell’animale, frenandolo e uccidendolo rapidamente.

Quella al cinghiale era una caccia a inseguimento, cui prendevano parte vari cacciatori e segugi. Era molto pericolosa per i cacciatori poiché gli animali, messi alle strette, stuzzicati e feriti, attaccavano attivamente l’uomo e le loro zanne taglienti potevano causare ferite mortali.

  • Materiale & Tecnica

    ferro, legno

  • Dimensioni

    125 cm x 16,5 cm; lama: 55,5 cm x 4,5 cm

  • LMST Inv. n.

    700412

    acquistato da privato, Merano, 2001