Libretto di lavoro del fabbro Jakob Bezek

Distretto di Sežana, 12 febbraio 1875

Il fabbro Jakob Bezek (nato nel 1857) era originario di Tomaj nel distretto di Sesana/Sežana (Slovenia). Il suo libretto di lavoro fu rilasciato quando ebbe inizio il suo apprendistato all’età di 18 anni. Svolse il suo primo incarico nel 1875 nella cartiera di Deutschlandsberg, dove fu giudicato «perfettamente idoneo». Nel 1875 iniziò poi a lavorare presso l’officina di Michael Petritsch a Lambach (Alta Austria), nel 1876 presso il fabbro Johann Raunicher (Ravnikar) a Lubiana, nel 1879 nell’officina di Ignatz Lončar a Lukowitz in Carinzia. Nel 1880 il maestro fabbro Johann Haoranck lo congedò. Nel 1881 lavorò a Bruck an der Mur, nel 1882 a Spittal an der Drau, quindi nella bottega del fabbro Josef Pinninger a Weiz.

Nel 1882 Bezek giunse per la prima volta in Sudtirolo, dove iniziò a lavorare per il carpentiere edile Anton Reinstaller a Bolzano e vi rimase fino al 1885. In seguito lavorò per Johann Doblander, dal 26 agosto al 2 novembre 1885 fu al servizio del fabbro Peter Gschnaller a Merano, mentre dal 3 novembre 1885 al 3 aprile 1886 fu di nuovo aiuto-officina presso Anton Reinstaller a Bolzano. Nel 1886 Bezek passò alla produzione di ferro, prima con Ernst Seppi a Innsbruck, poi dal 1890 al 1899 come caposquadra saldatore nella fabbrica di articoli in ferro di Anton Köllensperger a Innsbruck, che era stata fondata nel 1822. Lavorò inoltre nell’officina di Johann Palla a Innsbruck. Bezek lavorò per l’ultima volta presso le miniere e le fonderie di Anton Köllensperger a Innsbruck tra febbraio e aprile del 1905. L’ultima voce conferma il suo licenziamento.

Il libretto di lavoro documenta la vita professionale quasi trentennale del fabbro Bezek, che fu caratterizzata da frequenti cambi del posto di lavoro. A quanto pare le condizioni di lavoro durante la prima industrializzazione del Tirolo erano alquanto precarie.

Letteratura

Prima pubblicazione novembre 2021

  • Materiale & Tecnica

    carta stampata con annotazioni

  • Dimensioni

    20,4 cm x 14 cm

  • LMST Inv. n.

    702614
    (acquistato da privato, Marlengo, 2020)